PALAZZO GENTILE SPINOLA

Le notizie storiche riguardanti il Palazzo sono, purtroppo, scarse.

Fu ricostruito nel XV – XVI secolo ed oggetto di un intervento di riqualificazione nel 1702 dal Maestro Giò Martino, con affreschi a motivi allegorici. E’ un palazzo gentilizio sorto sull’ambito di una delle case a schiera di fondazione medievale come tutti gli edifici circostanti, in Piazza dei Dolori (già Piazza San Sebastiano ed ex Gasdia). Fu proprietà della famiglia Spinola di Genova, che elessero il Palazzo come “casa vacanze”, il cui porticato esterno è caratteristica del Palazzi ponentini di vacanza. Si innalza per vari piani sulla piazza dei Dolori, con un prospetto ritmato dalla sequenza di finestre, mentre sulla parte posteriore si apre un’area loggia. Ecco la caratteristica dei palazzi signorili del Ponente ligure, anche quando sono rami di potenti famiglie genovesi (gli Spinola) che li posseggono: non logge o passaggi chiusi, entro il perimetro delle mura, ma grandi spazi aperti per agevolare il contatto con l’aria pulita, il cielo, i profumi nell’aria, che erano di agrumi nel XVII e XVIII e che potrebbero essere di fiori in questi giorni.
Il palazzo è di proprietà comunale e può diventare un luogo di riferimento per il visitatore o per chi nella Pigna vive e lavora.